Al pari delle altre scienze umane, la storia ha perduto da tempo molte delle sicurezze che ne avevano accompagnato il cammino. Di conseguenza, ha visto diminuire la propria capacità di rispondere alle nuove domande che lo scorrere del tempo pone al passato dell'uomo. (Leggi tutto)

Ultimo numero

Numero 4 [2015]

  • Editoriale [Leggi tutto]

  • Articoli

    Marta Angela Maria Fabio

    La seta compra il grano. La sussistenza in una comunità siciliana nel

    Settecento

    Massimiliano Franco
    Una stagione all’inferno: delinquenti, spostati, barabba. Una forma di devianza di fine Ottocento

    Davide Pellegrino

    Sotto il segno del notabilato. Il radicamento territoriale della Democrazia Cristiana in Salento nel dopoguerra

    Summary

  • Interviste

    Parole, persone, incontri e luoghi: il giornalismo tra esperienza e racconto. Intervista a Domenico Quirico a cura di Davide Tabor

  • Discussioni

    Luciano Allegra

    Non tutto è perduto

    Alessandra Giovannini Luca

    La vita delle fotografie. In margine al catalogo della mostra Regards sur les ghettos

  • Hanno collaborato

    Luciano Allegra insegna Storia Moderna all’Università di Torino. Il suo ultimo lavoro, «Becoming Poor in Eighteenth-Century Turin», è comparso sul Journal of Interdisciplinary History nel 2015.

    Cinzia Bonato è dottoressa di ricerca in Storia Moderna. Ha appena pubblicato Molto più che pazienti. L’ospedale di Pammatone e la popolazione della Repubblica di Genova nel XVIII secolo (Silvio Zamorani editore, Torino 2015).

    Marta Angela Maria Fabio ha svolto ricerche sulla Sicilia del Settecento. Questo è il suo primo articolo.

    Alessandra Giovannini Luca, dottoressa di ricerca in Museologia, Critica artistica e del Restauro, si occupa di museologia, di critica d’arte tra ’800 e ’900, di storia del restauro, della tutela e della fotografia. È autrice del volume Alessandro Baudi di Vesme e la scoperta dell’arte in Piemonte. Erudizione, musei e tutela in Italia tra Otto e Novecento (Ledizioni, Milano 2015).

    Massimiliano Franco ha conseguito il dottorato di ricerca in Storia Contemporanea e attualmente insegna storia e filosofia. Ha pubblicato nel 2008 I giorni del vino e del coltello: analisi della criminalità in un distretto industriale di fine ’800 (Silvio Zamorani editore, Torino 2008).

    Davide Pellegrino è dottore di ricerca in Scienza politica e Relazioni internazionali. Ha pubblicato: «Outsiders e radicati della politica. Forza Italia nel Salento», Meridiana. Rivista di storia e scienze sociali, Viella, Roma, 70 (2011,) e con Luca Storti, Joselle Dagnes e Rocco Sciarrone, «L’area grigia in Lombardia: imprenditori, politici, mafiosi», in Rocco Sciarrone (ed.), Mafie del Nord, Donzelli, Roma, 2014.

     Davide Tabor è dottore di ricerca in Storia Contemporanea. Il suo ultimo libro è Il cerchio della politica. Notabili, attivisti e deputati a Torino tra ’800 e ’900, vincitore del premio SISSCO-ANCI Storia 2014.